Chi siamo 2017-09-15T11:35:10+00:00

Chi siamo

Massimo Tettamanti

Fiorenzo Bianchi

Damiano Schera

Sebastian Arcidiacono

Andrea Ziino

Christian Lamprecht

Giovanni Jelmini

Pierluigi Vizzardi

Daniele Ferrara

Chi siamo

Il Football Club Mendrisio, fondato nel 1924 è società ben conosciuta e radicata nella realtà di Mendrisio.

Il Club, che ha scritto in particolare a cavallo degli anni ‘70 e ‘80, pagine memorabili dello sport mendrisiense, ha permesso soprattutto a migliaia di ragazzi di dedicarsi, nei decenni, alla propria passione del calcio.

Le amicizie, le sinergie, le iniziative, le passioni, nate e condivise attorno al campo di calcio, hanno  da sempre permesso al club di partecipare attivamente alla vita ricreativa/sociale del Magnifico Borgo (un esempio su tutti la decennale partecipazione nell’Associazione 3F).

Il club, rilanciato nella sua veste attuale nel 2012, conta oggi circa 400 tesserati attivi  tra Prima squadra, Settore Giovanile e Veterani.

Nel corso del 2016, su iniziativa di alcuni membri del comitato del Football Club Mendrisio è stata costituita l’Associazione A’Gasem (acronimo di: Associazione Gruppo Amici dello Sport ed Eventi Mendrisio).

Con la creazione di tale associazione, i promotori, hanno pensato ad un’entità indipendente che potesse prendere a carico le manifestazioni già esistenti, promosse dal Football Club, pensando e proponendo, nel contempo, nuove iniziative a favore del club.

Il tutto con lo scopo finale di contribuire, da una parte, al finanziamento delle attività legate al Football Club Mendrisio e dall’altra permettere al Comitato del Football Club di concentrare ed investire le proprie forze unicamente allo svolgimento dell’attività sportiva/educativa.

La richiesta di collaborazione all’organizzazione della nuova Sagra del Borgo rientra pertanto proprio negli obiettivi della nuova associazione A’Gasem e del Fottball Club Mendrisio.  Una sfida accettata con entusiasmo e passione per il rilancio di uno dei momenti aggregativi più importanti della nostra Mendrisio e del distretto in generale.

La «Vineria dei Mir» nasce nella seconda metà degli anni Ottanta da un gruppo di cinque amici del Mendrisiotto che, oltre al piacere di divertirsi insieme, sono molto legati al territorio e alle tradizioni locali. Frequentatori abituali della sagra dell’uva di Mendrisio, si resero ben presto conto che i prodotti locali (vino in particolare) erano ben poco presenti alla festa, a vantaggio di prodotti esteri. Inoltre sembrava che per le diverse associazioni presenti, l’aspetto del guadagno avesse il sopravvento su quello di festa.
Così decisero di provare a gestire una propria corte proponendo un’enoteca fornita solo da produttori ticinesi e offrendo al pubblico presente alla Sagra due serate di concerti di musica dal vivo.
In poco tempo sia al pubblico, sia ai produttori locali questa scelta piacque e la corte della «Vineria dei Mir» divenne un punto di riferimento e un fiore all’occhiello della sagra.
Negli anni la scelta di presentare prodotti legati al territorio ha «contagiato» anche le altre società e associazioni presenti alla sagra, tanto che oggi i prodotti ticinesi presentati nelle corti e nelle bancarelle sono sempre di più non solo in numero, ma anche in qualità.
Oggi, nella corte della «Vineria dei Mir» è possibile degustare e scoprire oltre un centinaio di etichette di vini ticinesi (rossi, bianchi e spumanti).
La Civica Filarmonica di Mendrisio nasce nel 1926, e il 28 marzo di quell’anno, sotto la bacchetta del mo. Odone Zanardini, la Civica Filarmonica di Mendrisio iniziò un cammino che la portò nel tempo a toccare le maggiori vette della musica bandistica.
Infatti, solo un anno più tardi, il 18 settembre 1927, la banda di Mendrisio ottenne una menzione speciale al III Convegno delle società di musica a Locarno e il 27 e 28 luglio 1935 la partecipazione al XX Concorso federale delle musiche a Lucerna in prima categoria fruttò alla Civica la corona d’alloro con 48 punti su 50 e il diploma di prima classe nella prova di marcia.

Da quel lontano 28 marzo 1926 maestri, musicanti e membri di comitato hanno saputo con impegno e maestria legare il nome della Civica Filarmonica di Mendrisio ai massimi livelli dell’eccellenza svizzera.
Sotto la bacchetta del mo. Cairoli la banda del Borgo calcò i più alti gradini del podio in occasione di due prestigiose manifestazioni internazionali: il Concorso mondiale delle musiche a Kerkrade (nei Paesi Bassi), dove nel 1970 conseguì il primo premio con medaglia d’oro, il primo premio dell’ambasciata di Svezia per la miglior banda del giorno e il quarto posto assoluto nella classifica finale, e il V Concorso delle musiche germaniche a Ebingen nel 1974, quando, invitata dalla Federazione delle musiche della Repubblica federale tedesca, conseguì il primo premio nella massima categoria.

Archiviato il Concorso Federale del 1981 a Losanna, l’agenda già contemplava un altro prestigioso evento. Memore della magistrale prestazione nel 1974, la Federazione delle Musiche della Repubblica Federale Tedesca invitò ancora la banda di Mendrisio a partecipare alla nuova edizione del Concorso delle Musica Germaniche a Ebingen. Anche in quell’occasione, sotto la bacchetta del mo. Mario Cairoli, la Civica Filarmonica mendrisiense raccolse un ampio e unanime successo di critica e di pubblico.
Sempre nel 1981, in ottobre, in occasione del suo 50° anniversario di fondazione, il Corpo Musicale dell’Amministrazione Provinciale di Milano invitò la Civica Filarmonica di Mendrisio a tenere un concerto di gala nel capoluogo lombardo. La sede del concerto fu estremamente prestigiosa : la Galleria Vittorio Emanuele II, il salotto di Milano. Autorità, invitati e pubblico non lesinarono la loro soddisfazione sia durante, sia al termine di un’esecuzione che raccolse convinti interminabili applausi.

Il 1984 registrò un ennesimo traguardo in un palmarès senz’altro invidiabile. Il 15 e 16 settembre la banda del Magnifico Borgo ebbe modo di dar prova del suo riconosciuto livello artistico e dell’elevata professionalità nell’ambito dell’Incontro Musicale Italia-Svizzera a Campi Bisenzio (provincia di Firenze). Furono due giorni memorabili, durante i quali la Civica raccolse plausi a livello internazionale.
Nella primavera del 1990, Mendrisio brillò nella categoria eccellenza al I° Concorso Bandistico Cantonale che si svolse a Locarno il 27 maggio. In quel frangente i musicanti diretti dal mo. Mario Cairoli ottennero infatti una prestigiosa triplice menzione “eccellente-perfetto”.

Il 1993 fu un anno assai impegnativo, ma anche ricco di soddisfazioni, in primis per il giovane maestro Carlo Balmelli, da due anni alla testa della formazione mendrisiense.
Dal 4 al 13 giugno di quell’anno il Magnifico Borgo ospitò il XXII Convegno Bandistico Cantonale, egregiamente organizzato dalla sua banda. Ma non fu tutto; infatti in quello stesso anno Mendrisio si distinse alla Swiss Parade in programma a Interlaken, in occasione della quale il mo. Carlo Balmelli conseguì il primo premio. Si trattò di un riconoscimento senz’altro meritato, preludio a ulteriori, ancora più ambiziosi traguardi che presto sarebbero stati tagliati.

Dal 23 al 25 giugno 1995, la Civica Filarmonica di Mendrisio partecipò al IV Concorso internazionale di musica bandistica a Nyborg, dove il mo. Balmelli e i suoi musicanti conquistarono con grande merito il primo posto assoluto. Fu senza dubbio un successo travolgente, sia per il giovane maestro, sia per il corpo bandistico che poté rinnovare i successi internazionali di Kerkrade del 1970 e di Ebingen del 1974 e del 1981, sia per il movimento bandistico svizzero che con Mendrisio ottenne ulteriori prestigiosi riconoscimenti.

Il 1996 fu l’anno del 60° di fondazione e quale regalo di compleanno più bello per una formazione musicale se non un ennesimo premio a conferma delle proprie capacità artistiche? L’occasione fu il XXX Concorso Federale che si tenne quell’anno a Interlaken, dove la Civica Filarmonica di Mendrisio diretta dal mo. Carlo Balmelli stacco il biglietto del terzo premio assoluto nella categoria eccellenza.

Forte del valore dei musicanti e del suo maestro, la banda del Magnifico Borgo continuò come in passato ad essere richiesta quale apprezzata ospite d’onore sia in Svizzera, sia oltre confine. Il 7 giugno 1998, ad esempio, fu accolta con grande stima al I Concorso bandistico internazionale delle Alpi a Morbegno, mentre due anni più tardi, il 17 e il 18 giugno 2000, fu l’ospite d’onore della Fête Cantonale des Jeunes Musiciens a Marly (nel canton Friborgo), un invito che la Civica di Mendrisio contraccambiò il 29 settembre 2002 quando ospitò la Société de Musique la Gérinia di Marly nell’ambito della Sagra dell’Uva del Mendrisiotto.

Nella primavera del 1999 la Civica Filarmonica di Mendrisio si impose alla I.a Festa Cantonale della Musica a Giubiasco, meritandosi il primo posto assoluto nella categoria eccellenza.

L’entrata nel terzo millennio coincise con una serie di considerevoli appuntamenti. Nel 2001 la Civica Filarmonica di Mendrisio, in collaborazione con la Federazione Bandistica Ticinese (FeBaTi), fu incaricata di organizzare l’Assemblea romanda e ticinese di musica. Il 7 e l’8 aprile il Borgo accolse i delegati delle bande della Svizzera latina, i quali, la domenica 8 aprile, assistettero ad un applauditissimo concerto della Civica nel chiostro dell’ex convento dei Serviti, in occasione del quale furono eseguiti in prima assoluta i brani commissionati dall’Assemblea. Un paio di mesi più tardi l’agenda registrava un nuovo impegno straordinario: il 17 giugno, infatti, la bacchetta del mo. Carlo Balmelli concesse alla Civica Filarmonica di Mendrisio di aggiudicarsi il terzo posto nella categoria eccellenza alla XXXI Festa Federale della Musica di Friborgo, un risultato particolarmente lusinghiero considerando che Mendrisio giunse per un soffio a conquistare il secondo posto.

Il 2006 vide i festeggiamenti dell’80° di fondazione e la partecipazione alla XXXII Festa Federale di Musica di Lucerna, con una applauditissima esecuzione del brano a scelta nella magnifica Salle Blanche del KKL di Lucerna.

Dal 2007 la Civica Filarmonica di Mendrisio ha iniziato una serie di progetti musicali molto particolari : nel maggio di quell’anno si produsse nell’esecuzione di una riduzione dell’opera Guglielmo Tell di Gioacchino Rossini con la partecipazione di 4 solisti e coro. L’anno successivo, 2008, per i 150 dalla nascita, la Civica si produsse a Vacallo, comune del basso Mendrisiotto dove il compositore toscano soggiornò per diversi anni, la Civica eseguì un concerto con brani strumentali e arie con la partecipazione di solisti, tratti dalle opere di Giacomo Puccini.
Il 2009 vide l’esecuzione di Sacra Terra del Maestro Gianbattista Mantegazzi nel quadro delle manifestazioni culturali del Mondiale di ciclismo tenutosi a Mendrisio.
Nel 2010, oltre alla partecipazione quale banda ospite alla festa distrettuale di Granges-près-Marnand, Canton Vaud, la Civica assieme alle formazioni di Tremona, Stabio ed Egerkingen, presentarono al numeroso ed enstusiasta pubblico l’opera Accordo (1981) per quattro gruppi di bande di Luciano Berio.
Il 2011 fu l’anno della XXXIII Festa Federale di Musica a San Gallo, mentre il 2012 il progetto « La musica racconta » vide l’esecuzione del racconto musicale « Pierino e il lupo » di Prokof’ev e una selezione da « Quadri di un’esposizione » di Mussorrgkij con la partecipazione della Società Federale di Ginnastica di Mendrisio.
Il 2013, per i bicentenario dalla nascita di Giuseppe Verdi, la Civica di Mendrisio presentò il programma « Viva Verdi ! » con sinfonie, duetti, quartetti dalle opere del compositore di Busseto. Le due serata videro, assieme alla Civica Filarmonica di Mendrisio, la partecipazione di 5 solisti e insegnanti del Conservatorio della Svizzera Italiana e i cori di Mendrisio, Tesserete e Como.
Nel 2015 La Civica ha partecipato alla XVII edizione del concorso internazionale Flicorno d’Oro a Riva del Garda classificandosi al 2° posto in categoria Eccellenza. Il 2016 ha visto la Civica partecipare l’11 giugno alla XXXIV Festa Federale di Musica a Montreux, sempre in Categoria Eccellenza, ottenendo un brillante settimo posto in classifica a soli 4.5 punti dalla vincitrice Blasorchester Siebnen, con cui la Civica, nella prima parte del 2017, ha intrapreso un gemellaggio che ha dato vita a due concerti in comune a Siebnen e a Mendrisio.